This Post Has Been Viewed 13 Times

Tempo stimato per la lettura: 3 minuto (i) & 31 secondo (i)

Scrivere è frutto di una passione, è una cosa che si fa per comunicare qualcosa a se stessi e agli altri, per sperimentare, per sognare ad occhi aperti.

Come tutte le passioni arriva senza preavviso e non lascia spazio ad altro.
E’ una storia che si avverte sotto la pelle, che esce dalla penna o dal ritmo sulla tastiera e che prende forma in un manoscritto.

Si scrive per mille motivi ma sostanzialmente perché “non si può non farlo”.

Un manoscritto si può realizzare in molti modi: di getto, con la struttura della storia sotto il naso, approcciando come si farebbe con un progetto, lasciandosi andare e ricomponendo in seguito.
Non c’è una regola perchè, in effetti, un manoscritto è il risultato delle esigenze e delle emozioni del suo autore e come nasce è, appunto, qualcosa di molto personale.

Ci sono comunque delle tecniche che possono aiutare, soprattutto nel caso dei romanzi in cui non è semplice tenere il filo, il ritmo giusto, coinvolgere il lettore per molte e molte pagine, corteggiarlo e non annoiarlo mai, è difficile anche gestire il contenuto stesso con le connessioni tra pagine che genera e le incoerenze che sono sempre in agguato.

Per alcuni è utile fare uno schema della trama, dei personaggi, del loro carattere, modo di vestire o atteggiarsi ma anche dei luoghi. Realizzando prima i pezzi del puzzle e componendolo dopo con una linea che intrattenga il lettore.

Tags:
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

© 2008-2021  ❤ 2SeeChange.it Tutti i diritti riservati. Lucia Montauti CF MNTLCU70T63C085T. Realizzato da 2BeOnLine.it

2SeeChange è in ascolto :)

Invia una email da questo form e segnala innovazione o news

Sending

Log in with your credentials

Forgot your details?